Il discorso del Presidente Filippo Lombardi alla presentazione

News
28.07
"Popolo biancoblu, amici e tifosi delle tribune, degli spalti e della curva,
tifosi veri dello sport più bello e della squadra più autentica al mondo,
liebe Ambrì Freunde aus dem Kanton Uri und aus der ganzen Schweiz,
chers amis e supporters romands qui avez affronté un long voyage pour être avec nous,
bienvenue chez vous dans cette Valascia mythique,
herzlich willkommen in unserer glorreichen Valascia!

Benvenuti alla Valascia per la festa più bella dell’anno, la presentazione della nostra squadra! Anzi, delle nostre squadre, perché oggi vogliamo salutare anche tutte le squadre del nostro Settore giovanile, il futuro dell’Ambrì Piotta sul quale stiamo investendo sempre più, sotto la guida esperta di Manuele e Daniele Celio.
Salutiamo anche i nostri ragazzi che stanno facendosi le ossa nei Ticino Rockets e soprattutto le nostre due squadre femminili, le mitiche HCAP Girls, campionesse svizzere in categoria D lo scorso anno e già in corsa per il titolo nella categoria C quest’anno: un caloroso abbraccio ai nostri ragazzi e alle nostre ragazze!

Ogni anno ci ritroviamo qui a fare festa, felici come bambini, perché la stagione nuova che comincia è come un bambino che nasce, è un libro bianco sulle cui pagine non è ancora scritto niente, ma può essere scritto tutto. È questo il momento più bello della stagione, perché nei prossimi mesi tutto può accadere e tutte le speranze sono lecite.
È giusto festeggiarlo questo momento, soprattutto nel ricordo della fantastica stagione che abbiamo appena vissuto, una stagione che vogliamo ricordare con emozione dicendo un grande GRAZIE per quello che hanno fatto a tutti i nostri giocatori e allo staff guidato da Paolo Duca e Luca Cereda. Un fortissimo applauso a tutti loro!
E un applauso speciale a distanza per il più grande e simpatico campione cresciuto ad Ambrì che sta affrontando la sua sfida più bella della sua vita in Nord America: grazie per tutto quello che ci hai regalato, Dominik Kubalik!

Però amici biancoblu, attenzione: l’entusiasmo non ci deve accecare! Continuiamo a dirlo e ve lo ripeto anche oggi: sappiamo chi siamo e da dove veniamo.
Sappiamo quali sono i nostri limiti, sappiamo di avere uno dei budget più bassi della Lega nazionale, sappiamo di giocare in questa vecchia e gloriosa Valascia che non ci permette ancora di generare i ricavi necessari per far crescere la squadra come vorremmo.
Ci aspetta una stagione durissima, fra Campionato e Coppa svizzera, Champions League e Coppa Spengler. Una stagione che vogliamo affrontare senza baldanza né arroganza, ma con l’umiltà e la volontà di ferro che hanno caratterizzato i nostri ultimi due anni. Lottare su ogni disco, combattere ogni partita con il cuore e con tutte le nostre forze, non arrenderci mai. Ma anche puntare su di un hockey moderno, veloce e aggressivo, che possa sempre divertire e convincere il nostro pubblico.  

Amici biancoblu: non possiamo promettervi nessuna facile vittoria. Ma possiamo promettervi che combatteremo sempre con grinta e con entusiasmo, per la nostra maglia, per la nostra storia, per tutti voi. Tifosi bianco blu: siete pronti a combattere anche voi per tutta la stagione? Siete pronti a festeggiare nei momenti più belli ma anche a tener duro in quelli meno belli? Siete pronti a sostenere SEMPRE con passione la VOSTRA squadra?

Grazie, amici e tifosi, grazie. Per voi vale la pena di combattere per l’HCAP. Ma vale la pena combattere anche un’altra battaglia, la battaglia per dare finalmente all’Hockey Club Ambrì Piotta la nuova casa che aspetta da quarant’anni, da quando nel 1979 questa gloriosa Valascia fu coperta come soluzione provvisoria in attesa di quella nuova.

Voi sapete quanti sforzi e quante delusioni, quante lotte e quanti sacrifici sono stati necessari per riuscire ad aprire finalmente il cantiere che avete potuto vedere arrivando e posteggiando all’aeroporto. Nulla di quello che è stato fatto è stato facile, nulla è stato gratuito. E la strada da oggi fino al giorno dell’inaugurazione sarà ancora lunga e tutta in salita. Nulla ci verrà regalato, come nulla viene regalato sul ghiaccio ai nostri giocatori.
Noi lo sappiamo e non ci facciamo illusioni, ma non siamo nemmeno disposti a lasciarci abbattere ogni volta che qualcuno esprime un dubbio, magari in buona fede, oppure che qualche mezzo di comunicazione ci ricama ad arte una polemica che non esiste. 
Se i nostri ragazzi vanno sul ghiaccio senza paura contro avversari forti e blasonati, e qualche volta contro arbitri non proprio imparziali, noi sapremo affrontare tutte le difficoltà che ancora ci attendono per costruire la nostra nuova casa, la nostra tanto attesa “nuova Valascia”.

Ma adesso concentriamoci sulla nuova stagione e diamo il benvenuto più caloroso che ci sia ai nostri giocatori. Viva la Leventina, viva il Ticino, viva la Valascia e sempre FORZA AMBRÌ!*      
Torna indietro
condividi
x